Vuoi diventare un operatore alimentare specializzato e stai cercando un ottimo corso sull’HACCP?

Sei un’azienda che vuole investire nella formazione dei suoi dipendenti nell’HACCP?

In entrambi i casi devi valutare quale corso si adatta di più a te o ai tuoi dipendenti.

Trovare il percorso di formazione migliore è importante non solo per essere sicuro di avere tutti i requisiti richiesti dalla legge per l’esercizio della professione ma anche per poter essere preparato allo svolgimento della tua attività secondo standard ottimali.

Seguire il corso HACCP è oggi diventato una prerogativa indispensabile per chi vuole operare nel campo alimentare o in generale in una delle fasi della filiera.

Quindi, non tutti possono lavorare nel settore alimentare, perché è necessario seguire un corso e conseguire l’attestato HACCP.

Continua a leggere la nostra guida se vuoi scoprire quali sono i modi migliori per trovare il corso HACCP.

I corsi HACCP

L’HACCP, ovvero Hazard Analisys and Control of Critical Points o l’Analisi dei rischi e controllo dei punti critici, oggi è diventata obbligatoria in base dal D.Lgs. 193/2007 che ha recepito il Reg. CE 852/2004.

L’attestato finale HACCP, conseguito dopo la frequentazione del corso HACCP e lo svolgimento di una prova, informa che il dipendente conosce i fondamenti delle norme igieniche e di sicurezza in ambito alimentare.

Il corso serve, quindi, a formare il personale a proteggere la salute di chi entra in contatto con gli alimenti lavorati.

Si tratta di una formazione obbligatoria per gli operatori che lavorano nella filiera alimentare.

I corsi HACCP sono differenti. Infatti ogni ruolo ha un livello di corso specifico.

Come scegliere i corsi HACCP

I corsi HACCP sono differenziati su tre livelli in base ai profili di rischio.

Il primo livello è destinato a chi svolge attività di medio e basso rischio e lavora con alimenti sfusi non soggetti a deterioramento o confezionati.

In questo ambito rientrano i camerieri, gli addetti alla vendita e alla mensa.

Il secondo livello, invece, è offerto a chi manipola degli alimenti soggetti a deterioramento e opera quindi in settori con alto rischio per la sicurezza alimentare.

Qui rientrano i pizzaioli, i panettieri e i cuochi e gli altri professionisti affini.

Il terzo livello è quello di aggiornamento per chi ha già l’attestato HACCP scaduto o in scadenza.

A chi rivolgersi per i corsi HACCP

Svolgono corsi HACCP rivolti a singoli lavoratori o direttamente alle aziende moltissime società che lavorano nell’ambito della consulenza e della formazione.

Un ottimo esempio è www.saltech.it che si occupa di fornire corsi specifici su adempimenti di cui al D. Lgs. 193 del 2001 in ambito di prassi igienica nel settore alimentare.

I migliori corsi sono infatti quelli delle aziende focalizzate su come ottenere i migliori risultati o tutti gli altri standard in ambito di fabbricazione, manipolazione, trasformazione e confezionamento.

È importante valutare che l’azienda fornisca corsi di tutti e tre i livelli HACCP in modo tale da poter personalizzare la formazione dei singoli lavoratori in base alle mansioni effettivamente svolte nella prassi aziendale.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.