Fideiussione bancaria: di cosa si tratta

Negli ultimi tempi si sente sempre più frequentemente parlare di fideiussione bancaria. Questa non è altro che un documento che permette alla banca di diventare vera e propria garante di un’operazione di prestito. In termini più pratici, la Fideiussione Bancaria non è altro che un documento che attesta l’impegno dell’istituto di credito a soddisfare una determinata obbligazione nel momento in cui chi ha firmato il contratto non riesce a farlo. Dunque, diventa uno strumento essenziale per garantire la soddisfazione di un credito a terzi, evitando fastidiose e lunghe controversie.

Come poter richiedere una fideiussione bancaria

Essendo la banca il garante, sarà necessario per il contraente depositare una quantità di liquidi come deposito cauzionale. Inoltre, bisogna sempre considerare un aspetto di non scarsa rilevanza: qualsiasi fideiussione viene segnalata dalle banche presso la Centrale di Rischio. Il che farà sì che il contraente, nei tempi successivi, non riesca ad avere facilmente finanziamenti in maniera tale da concentrare la sua attività economica principalmente alla copertura del debito pregresso. Chiaramente, le banche, prima di sottoscrivere una fideiussione bancaria nei contratti di locazione, hanno bisogno di un tempo utile per tutte le valutazioni del caso. Ecco perché si parla di tempistiche che si aggirano intorno ai 15-20 giorni per la conclusione di una Fideiussione Bancaria.

Richiedere una Fideiussione Bancaria

Chi può ottenere una fideiussione bancaria

La Fideiussione Bancaria può essere ottenuta da qualsiasi persona fisica o giuridica. Dunque, non solo famiglie, ma anche società, cooperative e molte altre possono richiedere la fideiussione bancaria. Il primo requisito essenziale affinché si possa avere una fideiussione bancaria è legato alla storia finanziaria del fideiussore: questo perché sono molti i casi, ad esempio, di fallimenti precedenti che potrebbero risultare non graditi alla banca. Inoltre, il richiedente dovrà sottoscrivere un conto corrente presso l’istituto di credito, nel caso in cui non lo abbia già. Semplice la richiesta per quanto riguarda le persone fisiche: basterà fornire alla banca tutti i dati personali, allegando anche il documento d’identità che non risulti scaduto, oltre a ultime due buste paga, modello 730 o CUD e visura camerale. Per le persone fisiche, si richiedono i dati dell’amministratore cui fare riferimento.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.